Le complicazioni del consumo di alimenti con nichel da parte di persone allergiche sono estremamente gravi. Se pensi di avere dei sintomi (come per esempio la dermatite da contatto) è importante parlarne il prima possibile con il proprio medico.

Il nichel è la causa principale della dermatite da contatto, che genera un grande disagio per le persone che ne soffrono. Si stima che oltre il 15% della popolazione è allergico a questo metallo. È presente nelle posate, nelle monete, nei bicchieri e in molti altri oggetti che sono presenti nella nostra vita quotidiana.

Oltre alla dermatite da contatto, il nichel causa intolleranze alimentari e lo sviluppo di alcune allergie. Per questo le persone allergiche al nichel dovrebbero seguire una dieta speciale.

Inoltre non dimenticate che il nichel potrebbe essere presente anche in prodotti cosmetici, di bellezza e di igiene personale, non solo nel cibo. È estremamente importante che prima di acquistare un qualsiasi oggetto si guardi l’etichetta per capire se il nichel è presente.

In alcuni pazienti le conseguenze del consumo di questi alimenti possono essere fatali. Da embolie polmonari a problemi cardiaci o anche dolori di stomaco, bronchite cronica o alte probabilità di sviluppare un cancro alla laringe o alla prostata. Le complicazioni del consumo di alimenti con nichel da parte di persone allergiche sono estremamente gravi. Per questo motivo devono seguire una dieta speciale per prevenire qualsiasi reazione allergica.

Cibi con nichel da evitare in caso di allergia

Chi è allergico a questo elemento dovrà evitare di assumere i seguenti prodotti:

  • Verdure con nichel: Fagioli, ravanelli, pomodori, cipolle, broccoli, spinaci, asparagi, sedano, funghi, porri, fagioli, fave, piselli soia e lenticchie.
  • Pesce e frutti di mare con nichel: Aringhe, gamberi, cozze, ostriche e salmone.
  • Frutta con nichel: pere, prugne, kiwi, uva e fichi.
  • Frutta secca con nichel: mandorle, arachidi, anacardi, uva passa e noci.
  • Cereali con nichel: avena, miglio, mais e grano saraceno.
  • Grassi con nichel: margarine
  • Dolci con nichel: cioccolato e altri derivati del cacao.

La dieta richiede una particolare attenzione da parte di chi soffre di questa allergia. Le indicazioni dietetiche devono essere valutate da un medico.

Alcuni cibi che si possono mangiare

Latte, yogurt, uova, ricotta, pesce fresco o surgelato, ad eccezione di quelli precedentemente citati.

Formaggi freschi e anche quelli stagionati come ad esempio il Grana Padano, patate e alcuni tipi di cereali.

Cibi senza nichel

Non solo il cibo con nichel è una minaccia per le persone allergiche, ecco qualche consiglio

Oltre ad evitare il consumo di questi alimenti con nichel, le persone allergiche dovrebbero cercare di non cucinare in contenitori di acciaio inossidabile, poiché in essi è presente il nichel. In alcuni negozi si possono trovare utensili in acciaio che non contengono nichel (acciaio inossidabile 18/10). Questi utensili possono essere un’opzione molto interessante per una persona allergica al nichel. Inoltre cercate di evitare il legno e i materiali porosi. Si possono utilizzare le pentole e le padelle in ferro, in teflon senza PFOA o quelle in smalto. Vi consiglio inoltre di verificare se c’è la presenza di piombo, perché è un metallo altamente tossico.

Per quanto riguarda le posate, possiamo scegliere di utilizzare posate in acciaio inossidabile 18/10. Se possiamo scegliere, è meglio puntare su posate e utensili in ceramica.

I consigli dietetici forniti sono puramente indicativi ed è sempre meglio seguire le indicazioni del proprio medico se hai un’allergia al nichel, lui saprà consigliarti la dieta più corretta e salutare per la tua situazione!