img
Home / Psiche / Psiche e Tecnologia / E’ più facile mentire sui social media

E’ più facile mentire sui social media

/
/
/

Usiamo i social media solo per mentire e per sentirci meglio. I nostri profili social non sono dunque lo specchio fedele della nostra vita, tutt’altro! Creiamo un nostro “io” digitale che poco o nulla ha a che fare con la realtà.

Un’indagine condotta da Kaspersky Lab (un’azienda che si occupa di sicurezza informatica) ha infatti rivelato che un utente su dieci mentirebbe sui social per ottenere più “mi piace” ai propri post, mostrando la propria vita e le proprie esperienze migliori di quanto non siano.

Inoltre, in questa caccia all’approvazione altrui, la maggior parte delle persone sperimenterebbe abbattimento o depressione, o anche rabbia, quando non riceve tutti i “mi piace” che si aspettava per un post. Molti di noi provano anche invidia verso la vita degli amici, quando vediamo che è migliore della nostra (o almeno che appare tale).

Per attirare l’attenzione gli utenti di sesso maschile tendono a spingersi oltre rispetto alle donne, pubblicando anche cose che potrebbero metterli in cattiva luce. Secondo Astrid Carolus, Media Psychologist dell’Università di Würzburg, questo dimostra che gli uomini corrono più rischi, socialmente parlando. Basta dire che il 15% degli uomini posterebbe una foto di amici sotto gli effetti dell’alcol rispetto all’8% delle donne e il 12% degli uomini non avrebbe problemi a postare una propria foto mentre si indossa qualcosa di imbarazzante.

Secondo Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab, gli utenti dovrebbero diventare più consapevoli e informati riguardo alle informazioni che condividono sui social media, maschietti compresi…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text