img
Home / Psiche / Gli ottimisti vivono meglio e più a lungo

Gli ottimisti vivono meglio e più a lungo

/
/
/

Probabilmente non serviva un altro studio per confermare che gli ottimisti vivono meglio e più a lungo dei pessimisti, ma a quanto pare repetita iuvant.

A dire che gli ottimisti vivono di più, questa volta, è un’ampia ricerca di Harvard su 70mila infermiere, il famoso “Nurses Health Study”, che ha seguito la salute delle volontarie per anni e anni.

Risultato: chi si aspetta il meglio in ogni circostanza ha rischi di morte, per qualsiasi causa, inferiori del 30 per cento rispetto ai pessimisti e a coloro che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto. Tra gli ottimisti i decessi per infezioni, tumori, malattie cardiovascolari, ictus risultano più bassi, in percentuali oscillanti tra il 50 ed il 15 per cento.

La ricerca è stata pubblicata sull’American Journal of Epidemiology, e, come conferma il ricercatore che ha guidato lo studio, Eric Kim, “uno dei risultati più intriganti è che tra le volontarie più positive sono state riscontrate meno infiammazioni e la più alta presenza di antiossidanti nel sangue”.

Le infermiere più positive pensavano spesso che il futuro sarebbe stato roseo, che tutto in ogni situazione sarebbe andato bene e che non ha senso arrabbiarsi. L’ottimismo da molti studiosi è ritenuto ereditario solo per il 25%: dunque, anche i pessimisti non sono spacciati, sono ancora in tempo per affinare i metodi per pensare più positivo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text