img
Home / Psiche / Perché confondiamo il mercoledì e il giovedì?

Perché confondiamo il mercoledì e il giovedì?

/
/
/

Perché è così facile confondere i giorni della settimana? E perché confondiamo soprattutto il mercoledì e il giovedì tra loro? La risposta, come sempre, arriva dalla scienza.

Perdere il conto dei giorni della settimana è frequente e non dipende dall’età. Oltre un terzo delle persone, infatti, confonde i gorni. Ma, a correre meno il rischio di esser confusi, sono il lunedì e il venerdì, perché più distinguibili dagli altri. Lo afferma uno studio inglese pubblicato sula rivista scientifica internazionale ‘PLoS ONE‘.

A quanto pare, è emerso che lunedì e venerdì hanno le rappresentazioni mentali più forti: il primo è legato a termini negativi come ‘noioso’ e ‘stanco’ e il secondo a parole positive come ‘libertà’ e ‘partire’, poiché ci si avvicina al weekend. Martedì, mercoledì e giovedì, invece, sono meno caratterizzati e ciò li rende più confondibili.

“Il ciclo settimanale viene ripetuto per tutti noi dalla nascita, e questo si traduce nel fatto che ogni giorno della settimana acquisisce il suo carattere”, afferma David Ellis, della Scuola di Psicologia dell’Università di Lincoln nel Regno Unito.

Il co-autore dello studio Rob Jenkins, del Dipartimento di Psicologia presso l’Università di York nel Regno Unito, ha aggiunto: “Uno dei motivi per cui i giorni infrasettimanali evocano un minor numero di associazioni potrebbe essere legato a quanto raramente si verificano nel linguaggio naturale, fornendo così minori opportunità per formare le associazioni. Per esempio, abbiamo una grande varietà di canzoni pop che fanno uso di lunedì e venerdì, mentre sono raramente utilizzati i giorni infrasettimanali”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text