img
Home / Psiche / Psiche e Tecnologia / La penna stimola il cervello, la tastiera no

La penna stimola il cervello, la tastiera no

/
/
/

Oggi quasi nessuno utilizza più la penna per scrivere, con tutta la tecnologia che abbiamo a disposizione, eppure così facendo rischiamo di “anestetizzare” il nostro cervello. Diversi studi hanno infatti dimostrato che usare la penna stimola il cervello molto di più che scrivere con la tastiera. Ecco perché.

Secondo uno studio neuroscientifico realizzato per conto di Microsoft da due ricercatori (Audrey van der Meer e Ruud van der Weel) del Norwegian University of Science and Technology (NTNU) di Trondheim, prendere appunti scrivendo a mano comporta una maggiore elaborazione e selezione delle informazioni rispetto alla digitazione da tastiera. Lo stesso vale se usiamo il pennino su un supporto digitale; l’importante è che si abbia in mano una penna.

Come è avvenuto lo studio?

Gli esperti hanno coinvolto un gruppo di 20 studenti per due mesi, per individuare eventuali differenze nell’attività cerebrale dovute all’uso di una tastiera rispetto alla presa di appunti con la penna.

I risultati hanno dimostrato che all’uso della penna corrisponde l’attivazione di aree del cervello più profonde con effetti molto positivi sull’acquisizione di nozioni, come del resto già evidenziato da altre indagini.

Si potrebbe pensare che Microsoft abbia finanziato questo studio solo per spingere la vendita del suo pennino Surface Pen, ma la levatura scientifica dei ricercatori messi in campo fuga ogni dubbio. In ogni caso, si tratta dell’ennesima conferma della superiorità della penna sulla tastiera.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text