img
Home / Psiche / Genitori e Figli / I giochi che fanno pubblicità al cibo stimolano l’appetito nei bambini

I giochi che fanno pubblicità al cibo stimolano l’appetito nei bambini

/
/
/

Molti bambini sono abituati a giocare sul web a videogiochi e proposte ludiche gratuite, che vengono finanziate da grandi società che commercializzano soprattutto snack e caramelle. La gratuità del servizio è quindi compensata da un innalzamento del desiderio di acquistare e di disporre di questi cibi, perché l’esperienza del gioco mescolata al bombardamento mediatico induce i piccoli a desiderare lo snack e quindi ad innalzare il livello generale di appetito.

Le percentuali parlano chiaro, in quanto si tratta di un aumento di interesse per il cibo del 6%. I dati sono stati raccolti dallo scienziato Frans Folkvord, che si è impegnato a testare questo fenomeno su 1.000 bambini e quindi a pubblicare i risultati ottenuti per proporre una veritiera informazione in merito.

Lo scienziato ha creato un test molto semplice, ovvero ha diviso i bambini in due gruppi, e al primo ha permesso di giocare ad un videogame dove venivano pubblicizzate caramelle, mentre il secondo gruppo ha testato un gioco dove venivano reclamizzati dei giocattoli. Alla fine del test, i bambini che avevano giocato al videogame con caramelle reclamizzate le ha desiderate nel 55% dei casi in più rispetto ai bambini che hanno ricevuto messaggi pubblicitari che interessavano i giocattoli. Lo scienziato ha quindi aperto una discussione sull’argomento, in quanto i bambini di piccola età non sono in grado di leggere il potere della pubblicità, ma la subiscono passivamente e questo fatto può risultare allarmante nel caso di malnutrizione e di obesità fra la popolazione infantile di tutto il mondo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text