img
Home / Psiche / L’interessante psicologia della scrivania

L’interessante psicologia della scrivania

/
/
/

Simpatie, interessi, ma anche paure e inclinazioni possono essere svelate dal modo in cui organizziamo la nostra scrivania. A conti fatti, la scrivania ovvero la postazione dove lavoriamo può essere concepita come un vero e proprio specchio della nostra personalità e molti sono gli studi che si sono occupati di analizzare questo aspetto.

Fra le tante, merita di essere citata la ricerca effettuata dallo psicologo Sam Gosling, professore del’Università del Texas di Austin. Secondo i risultati ottenuti dal ricercatore, un esame attento degli oggetti che si trovano sul nostro desktop fisico può rivelare moltissimo della personalità di una persona e anche aiutare a raccontarne l’identità psicologica. Interessanti sono anche le ricerche sul campo effettuate incrociando la natura degli oggetti con le informazioni reperite sui siti personali, su profili social, le quali hanno dipinto le personalità delle persone e tracciato segnali di originalità, propensione al dialogo e anche di identità politica. La scrivania in disordine sembrerebbe infatti propendere per una personalità di sinistra, mentre una scrivania impeccabile e ben pulita sarebbe specchio di una personalità politicamente schierata verso destra.

Le analisi del professor Gosling hanno portato a tracciare alcuni interessanti profili. La presenza di oggetti non comuni, ovvero che una persona non si aspetta di trovare su una scrivania, sarebbe sinonimo e indice di una personalità creativa e dell’apertura alle nuove esperienze. Al contempo, troppi messaggi e troppi manifesti indicherebbero una sorta di personalità nevrotica, perché le incitazioni a lavorare bene e comunicare aspetti relativi al proprio operato sono di base indicativi di un’ansia molto forte nelle prestazioni professionali.

Lo spazio accogliente indicherebbe infine che chi lavora è estroverso, perché ama vivere in modo confortevole e far sentire anche gli altri a loro agio. Una scrivania accogliente, con più sedie comode e anche la presenza di benefits quali bibite oppure gadget da regalare ai clienti indicherebbe chiaramente che esiste un’apertura mentale nel confronti delle altre persone e soprattutto che sussiste il desiderio di far sentire bene le persone che la frequentano.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text