img
Home / Psiche / L’auto perfetta? E’ questione di psicologia

L’auto perfetta? E’ questione di psicologia

/
/
/

Le persone sono molto diverse per quanto riguarda le automobili. C’è chi ama le ruggenti spider e chi invece ricerca sicurezza in capienti monovolume. L’auto è quindi una questione personale e molto dipende dalla psicologia, la molla che ci spinge a preferire un modello piuttosto che un altro. Lo sanno bene gli inglesi, popolo di guidatori e di affezionati ai motori, che in una recente ricerca hanno svelato la formula psicologica dell’auto perfetta.

La ricerca si è rivelata molto curiosa e interessante, in quanto un professore di psicologia dell’Università Scozzese di Stirling ha assemblato con la fantasia la macchina psicologicamente perfetta, l’auto che ogni cittadino inglese desidererebbe possedere. Il dipartimento universitario ha chiesto a 2mila volontari di compilare un questionario semplice ma ricco di domande, e dai risultati della ricerca il professore ha ottenuto un vero e proprio collage, che gli è servito per ideare la macchina psicologicamente perfetta.

Si tratta di un progetto teorico, perché non sono state coinvolte case automobilistiche nella progettazione del veicolo. La macchina perfetta prende in prestito pezzi dalle diverse case automobilistiche e semplicemente assembla il meglio scelto dai cittadini di sua maestà. Ecco che la vettura presenta il volto della Aston Martin DB9, ma monta i fari rotondi e languidi della Mini Cooper. Le porte sono prese in prestito dalla  Rolls Royce Phantom  e completate in modo bizzarro dagli specchietti di una Citroen C4 Picasso. I cristalli e i vetri arrivano direttamente dalla  Lamborghini Gallardo, mentre le gomme sono quelle della ruggente Triumph Spitfire, a loro volta definite dalla presenza dei fanali posteriori di una scattante Audi A1.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text