Home / Psiche / I legami fra psicologia e fanatismo religioso

I legami fra psicologia e fanatismo religioso

/
/
/

Sentiamo sempre più parlare di episodi di fanatismo religioso, dalle stragi che ogni giorno si perpetrano in medio oriente fino alle vicende di cronaca che hanno recentemente insanguinato lo stato dell’Oregon negli USA. La domanda sorge spontanea: esiste un nesso fra fanatismo religioso e fanatismo inteso dal punto di vista psicologico?

La riposta è sì, ma l’argomento richiede di essere analizzato con estrema cura per non sfociare nella banalità. Il presupposto iniziale si basa sul fatto che il fondamentalismo religioso prevede che chi lo segue aderisca totalmente ai dogmi manifestati da una certa religione e, molto spesso, l’adesione risulta irrazionale e giustifica azioni estreme con ideologie che sono estratte dai testi di riferimento religioso.

Un’altra caratteristica del fondamentalismo religioso è la mancata accettazione che possono esistere religioni diverse dalla propria e di base vi è quindi un’intolleranza di pensiero elevata. Se molto può essere associato ala tipologia di educazione e certamente all’ambiente sociale di riferimento, spesso esiste un legame con il fanatismo inteso in senso psicologico, ovvero un problema che va letto come un vero e proprio disturbo della personalità.

I soggetti fanatici sono spesso portati ad identificare loro stessi con la religione e ciò comporta che ogni critica mossa al credo sia letta come una critica personale. Ciò dà vita a un elevato tasso di insicurezza e di inadeguatezza, in quanto i fanatici tendono a servire la causa per difendere la propria identità personale. Questo comportamento si riflette sull’emotività dei soggetti, che sono condotti ad irrigidire i sentimenti e a non comprendere i punti di vista delle altre persone. Alla base risiede inoltre il disprezzo del sé e la convinzione che nessuno al mondo sia all’altezza della divinità adorata, quindi Dio diventa un modello da seguire che deve essere imposto anche agli altri per un bene comune che, nella realtà, è un bene emotivo dal profondo carattere personale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text