Home / Psiche / Psicologia: i giovani dark a rischio depressione

Psicologia: i giovani dark a rischio depressione

/
/
/

Le culture dark e goth appartengono principalmente agli anni ’80 e alla prima metà degli anni ’90, ma come tutte le correnti di una certa importanza non hanno mai smesso di esistere e si sono evolute in diverse forme, alcune originali, altre più morbide come il movimento Emo. Si tratta di un universo speciale, in quanto chi segue questa cultura è volutamente triste e malinconico, ricerca e indossa capi di abbigliamento che si ispirano alla cultura vittoriana e non accetta i colori, ma solo il profondo nero. Il look può variare da echi vampireschi fino alla ricerca di un’estetica che si fonde con il gotico, quindi con l’impiego di costumi che si rifanno a questa epoca, come abiti impeccabili per gli uomini e lunghe gonne nere, corsetti e veline rigorosamente in pizzo per le donne, il tutto accompagnato da un impiego massivo di decori a sfondo religioso, quali croci e teschi.

In Europa la città che più ha saputo mantenere viva la cultura dark è Bristol e proprio l’università cittadina si è occupata di realizzare una ricerca che proverebbe come questa cultura potrebbe portare alla depressione molti giovani che la seguono. Non si tratta di una caratteristica insita al movimento, ma di atteggiamenti che se esasperati potrebbero far perdere il contatto con la realtà e quindi indurre le persone a maturare un senso di depressione che potrebbe sfociare in complicanze ciniche.

Il secondo aspetto evidenziato dalla ricerca, che ha coinvolto ben 3700 ragazzi di 15 anni ed è stata pubblicata sull’autorevole rivista Lancet, interessa i fenomeni di bullismo ai quali le persone che seguono lo stile dark sono sottoposte, soprattutto quelle di sesso maschile. I bulli se la prendono infatti molto spesso con chi segue questa filosofia, in quanto rea ai loro occhi di essere troppo malinconica e grottesca, quindi a lungo andare le persone più sensibili potrebbero soffrirne dal punto di vista psicologico, manifestando stati di ansia e di depressione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text