Home / Psicopatologie / Disagio Psicologico / Maternità in donne Socio Fobiche

Maternità in donne Socio Fobiche

/
/
/

Parliamo ora della donna affetta da sociofobia. Questo soggetto ha il disturbo di fobia sociale, con tutta l’ansia che ne deriva per le situazioni sociali, siano esse prestazioni personali o relazioni con gli altri. Cosa succede però quando una donna affetta da tale disturbo, sta per diventare madre e come si rapporta questa alla maternità in generale? Una donna sociofobica si trova a dover affrontare tutte le paure legate alla socializzazione con gli altri e quindi all’ansia e alla paura, ma oltre a ciò, si trova anche a dover affrontare la paura legata al suo stesso corpo e, cioè, la maternità.

Una donna, in generale, ha sempre dentro di sé il desiderio di avere un figlio, almeno una volta nella vita, perché è la natura che lo richiede, ma se la natura stessa si rifiuta di collaborare, allora diventa un problema.

Se una donna sociofobica pensa alla maternità, potrebbe anche provarne il desiderio, ma generalmente ne avrà paura. Già di per sé, il fatto stesso di non socializzare implica il fatto di non avere amici e quindi neanche partner, proprio per la paura legata alle relazioni a stretto contatto con l’altro. Se comunque la donna sociofobica riuscisse a trovare l’amore senza avere paura di aprire il proprio cuore all’altro e quindi aprigli anche le proprie paure ed i propri desideri, sicuramente tra questi ultimi ci sarebbe anche quello di maternità, ma con la conseguente paura ed ansia per la situazione stessa. In parole povere, il desiderio di maternità potrebbe anche essere molto forte, ma l’ansia che ne deriva potrebbe anche essere altrettanto forte. Il fatto stesso di generare un’altra persona con la quale rapportarsi, nonostante tutti i problemi del disturbo di cui soffre e del proprio corpo che cambia, è un fatto che genera ansia. Senza contare poi che in genere le persone sociofobiche hanno paura delle malattie, così come della morte e cercano sempre di evitare tutto ciò che potrebbe fare del male, spesso isolandosi anche dalla vita stessa pur di star bene con loro stessi.

Il fatto di rimanere incinta quindi, per una donna sociofobica, può essere visto sotto due punti ben distinti. Da una parte infatti, la donna sociofobica incinta avrà sicuramente più paura della maternità di una donna che non ne soffre, ma dall’altra parte invece, questa situazione pone la donna stessa in una posizione in cui non può tirarsi indietro dal relazionarsi, non solo con l’altro, ma anche con se stessa, poiché dovrà prendersi ancor di più cura del proprio corpo e seguire determinate cure ed avere tutti gli accorgimenti necessari alla gravidanza. Questo fatto dunque è sicuramente un bene, poiché in questo modo, essa si troverà ad affrontare per forza le sue stesse paure e si metterà del tutto in gioco. Un auto-aiuto, se così si può chiamare, che parte dall’interno e che potrebbe anche portare ad una risoluzione del disagio stesso che deriva dall’insofferenza, dall’imbarazzo e dalla vergogna per il disturbo di fobia sociale del quale la donna soffre.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text