Home / Psiche / Genitori e Figli / L’importanza di educare i bambini alle “emozioni”

L’importanza di educare i bambini alle “emozioni”

/
/
/

Le emozioni sono sensazioni che gli adulti attribuiscono come assodate, ma per i bambini tale regola di massima non è applicabile. Per i più piccoli, infatti, spesso le emozioni costituiscono delle fantastiche “prime volte”, ed è bene che i genitori possano aiutare i loro figli ad assimilare e a riconoscere tali emozioni, e a ricollegarle a specifiche situazioni contingenti.

Stando a quanto consigliano gli esperti, infatti, alle emozioni dei propri figli dovrebbe essere dedicato lo stesso tempo e la stessa attenzione che sono rivolti ad altri aspetti della crescita, come lo sviluppo motorio. Bisognerebbe inoltre supportare i figli a individuare le emozioni, dando un nome ai propri “vissuti interni”, e sostenendoli nella competenza emotiva e nella gestione delle emozioni.

Inoltre, sarebbe bene cercare di non colpevolizzare o reprimere sul nascere le emozioni, e – ulteriormente – rassicurare le paure dei piccoli, senza contribuire a generarne nuove o peggiorare quelle già emerse.

Infine, per quanto possa essere apparentemente spiacevole, è bene che i figli siano lasciati liberi di vivere le emozioni anche più spiacevoli. Cercate quindi di non evitare ai più piccoli la possibilità di andare incontro a situazioni di tristezza ma, bensì, aiutateli a capire come si può superare la tristezza. Quel che non uccide fortifica, si dice.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text