Home / Notizie / Saper litigare e’ un’arte che si puo’ imparare

Saper litigare e’ un’arte che si puo’ imparare

/
/
/

Secondo un recente sondaggio l’Italia in coppia è al primo posto della top ten mondiale del conflitto con più del 30% di coppie che ogni giorno discutono e litigano.

La varietà degli argomenti per litigare è vasta:

• I soldi, come spenderli o non spenderli

• l’educazione dei figli

• i punti sensibili’ come dimenticare un compleanno, un anniversario, tradire la fiducia.

• la biancheria sporca lasciata in giro per casa

• lo stress da lavoro

• il sesso (quando e quanto avere rapporti sessuali che in fondo riguardano il bisogno di sentirsi amati, considerati)

• conflitti irrisolti del passato che emergono puntualmente quando accade qualcosa che in uno dei partner risuona come un dejà vu che ha vissuto nell’infanzia.

Per esempio: se uno dei due partner è cresciuto con un genitore ipercritico con tutta probabilità sarà sensibile a ogni osservazione e la vivrà a torto o a ragione come un attacco diretto a svalutare la sua persona.

Spesso questi argomenti vengono usati come volano per mettere sul tavolo i propri bisogni più profondi all’interno della coppia.

Ad esempio l’argomento ‘come spendere il denaro’, può riguardare il problema del prendersi la responsabilità così come molte discussioni sul ‘pulire la casa’ in realtà riguardano il bisogno da parte della donna di più rispetto e considerazione per quello che fa.

Le persone generalmente litigano perché non sanno discutere

Chesterton

 Siamo stati abituati a vedere i conflitti come qualcosa da evitare. I conflitti sono inevitabili. Il problema è imparare a farlo senza farsi del male. Ogni volta che tu sei in conflitto con qualcuno c’è un elemento che fa la differenza fra recar danno al rapporto con l’altro o renderlo più profondo.

L’elemento chiave è l’atteggiamento che hai

William James

Litigare? NON è NEGATIVO ma servono delle regole

Litigare è una forma di comunicazione. Per alcune coppie il litigio è il momento nel quale riescono a dire ciò che sentono, ad avere l’attenzione dell’altro partner e poi, dopo aver fatto la pace avere di nuovo la conferma dei sentimenti dell’altro (sempre che le basi del rapporto siano solide).

 QUALE E’ IL TUO STILE DI AFFRONTARE I CONFLITTI?

Ognuno ha il suo stile. Ci hai mai pensato?

Lo stile è un insieme di:

– quanto sei disposto a difendere i tuoi interessi,punti di vista…

– quanto tieni in considerazione quelli degli altri

Questo è influenzato dal tuo carattere, dall’educazione che hai avuto, dalla famiglia…

5 modi di litigare non ok

Ognuno ha il suo stile e modo di iniziare e condurre un litigio.

Le sfumature caratteriali sono varie ma per sintetizzare ecco i 5 stili più frequenti

voglio stare in pace

È lo stile di chi non ama sollevare problemi e se per caso ci sono, ed è normale allora incolpa o ritiene responsabile l’altra parte, quindi sta all’altro partner rimetter le cose a posto velocemente.

Che l’altro abbia bisogno di essere ascoltato o voglia cambiare qualcosa ….non importa.

Importante è stare in pace.

 la miglior difesa è l’attacco

È lo stile di chi crede che per prevenire le discussioni e il possibile disaccordo debba iniziare per primo ad accendere la scintilla..per evitare un eventuale incendio dopo. Spesso non funziona questa tattica e anche se fosse in qualche caso giusta il pericolo di esagerare e far terra bruciata è sempre in agguato.

l’arma del silenzio

E’ lo stile di chi non ama l’attacco diretto e preferisce che sia l’altro che si accorga che c’e’ qualcosa che non va.

’se mi vuole bene,capirà…

Il partner deve essere in grado di leggere nel pensiero, cosa difficile che riesce in una percentuale di casi molto bassa e che non ha niente a che fare con il voler bene.

Se non capisce allora, si chiude nel silenzio, si lamenta per ogni piccola cosa dalla salvietta del bagno che non è ben piegata alla briciola che cade per terra.

Alla fine ottiene attenzione dopo aver esasperato l’altro/a. Questo comportamento è chiamato passivo-aggressivo

la vita è una battaglia

E’ lo stile di chi ama i rapporti conflittuali. Se non c’è conflitto che muove le acque si annoia.

Probabilmente questo tipo di partner ha dovuto combattere e difendere i suoi diritti da quando era piccolo/a.

Dietro questa corazza da combattente c’è la paura di essere ferito a livello emotivo, abbandonato/a.

 la spugna antishock

è lo stile di chi ha paura del conflitto e fa di tutto per NON entrarci. Piuttosto che difendere i propri diritti meglio aspettare….mandar giù e aspettare di digerire il tutto. Solo che i bocconi indigesti rimangono a lungo dentro e si trasformano in rancore, delusione….o magari un’ulcera.

L’ultima volta che hai discusso qual era l’argomento?

Se non sei in coppia ora, pensa alle tue relazioni passate.

Quali erano i maggiori ‘temi’ di discussione?

Lo schema vincente per litigare

Quando litighiamo spesso scatta il meccanismo vincitore-perdente dove ognuno vuole uscire vincitore come dopo una battaglia.

E’ una battaglia contro l’altro, muro contro muro una questione di controllo che va ben oltre lo schema giusto/sbagliato oppure ragione/torto.

Come dice un vecchio adagio’la verità sta sempre nel mezzo’ quindi ognuno ha la sua quota azionaria di ragione e torto.

Cosa fare?

C’e un altro modo di vedere le cose….

La strategia migliore e’ QUELLA WIN-WIN

IO +TU = NOI vinciamo… insieme

In questo caso vincere significa farlo con e non contro il/la partner.Nei rapporti non c’è mai un vero vincitore o perdente; due persone vincono o perdono assieme, ma questa è la cosa più difficile da capire sino in fondo.

Se sei in grado di gestire i conflitti in modo positivo e costruttivo avrai come risultati:

– una migliore intesa con gli altri

– nuove risposte ai problemi che emergono

– un maggior interesse a condividere con l’altro

Special offer per i lettori di Psicozoo

Ebook: GESTIRE I CONFLITTI

per Imparare a trovare i giusti interruttori per spegnere i conflitti

un eBook UNICO nel suo genere

più di 170 pagine di tecniche efficaci e pratiche

 

+ 3 Report Speciali: sui temi

  • della Coppia
  • della Famiglia
  • del Lavoro

 

Nel mio sito www.counselingsolutions.it (sezione ebook)

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text