I conflitti di coppia: tutto parte dai bisogni

conflitti coppia

Molto spesso nel mio lavoro di counseling mi occupo di problemi fra partner in crisi che non riescono più a capirsi o a dialogare e decidono, prima di separarsi, di provare di nuovo a comprendersi.

 I problemi di coppia sono per il 95% dovuti a conflitti fra bisogni non soddisfatti. Per il 5% i litigi riguardano differenze di scala valori fra le due parti.

Anche quando i due partner hanno dei valori contrastanti, ad esempio, l’importanza da dare alla famiglia e al lavoro, alla radice dei conflitti ci sono sempre dei bisogni non espressi o non accolti dall’altra persona.

 Il primo problema del conflitto è l’incapacità di comunicare chiaramente.

Il primo passo è scoprire quali sono i propri bisogni.

Il secondo passo è comunicarli al partner

Ecco una lista di bisogni.

Qual è per te adesso il più importante o il più urgente?

Qual è quello del tuo o della tua partner?

  •  essere rispettati
  • essere capiti(su quale argomento specifico?)
  • avere la fiducia dell’altra persona
  • essere ascoltati senza essere criticato/a o accusato/a
  • ricevere complimenti, un grazie, un abbraccio (ma si può sempre chiederlo, no
  • avere la possibilità di esprimere i propri stati d’animo senza essere giudicati ( ‘ sei sempre nervoso…non capisci niente….ma cosa vuoi che sia…..ti lamenti sempre…chiudono la comunicazione e creano tensioni.)
  • avere la pazienza dell’altro partner per le proprie debolezze, insicurezze e paure
  • avere sostegno, incoraggiamento dell’altro partner nei momenti critici o quando decidi qualcosa di nuovo
  •  libertà di avere opinioni diverse (per esempio su come educare i figli, come usare il tempo libero, come comportarsi con i suoceri…)
  • avere libertà di movimento senza essere controllati a vista.(dove sei? Cosa stai facendo?con chi stai parlando? Cosa stai pensando?)
  • poter stare da soli quando ne ho bisogno senza che l’altro faccia il terzo grado. ( cos’hai? Perché non parli?) oppure si senta ignorato o abbandonato
  • avere un aiuto per le faccende di casa
  • uscire insieme più spesso
  • essere puntuale o almeno avvertire se si è ritardo
  • avere più rapporti intimi
  • essere sicuro della fedeltà dell’altro

Il problema è che nessuno ci ha insegnato a capire i propri bisogni quindi ogni volta sarebbe utile chiedersi: Io di cosa ho bisogno in questo momento?

Altrettanto difficile per molti è esprimere agli altri ciò di cui si ha bisogno.

Alla radice c’è la PAURA.

Ognuno sviluppa una serie di meccanismi controproducenti nelle varie situazioni e il risultato è che questi bisogni rimangono insoddisfatti.

I meccanismi non ok

  • lamentarsi
  • criticare l’altro
  • far orecchie da mercante
  • fare il gioco del silenzio
  • fare la vittima (faccio tutti io in questa casa,tocca sempre a me )
  • diventare aggressivi
  • usare la tecnica ‘ io ho ragione…tu hai torto’
  • salire in cattedra e fare il genitore col partner e trattarlo come un bambino (tu devi,non dovevi…potevi fare/dire così….tu non capisci niente…se non ci fossi io…).

Questo comportamento scatena la reazione dell’altro partner ( eh già io sono scema….vorrei vedere te al mio posto…non trattarmi come un…)

Quale potrebbe essere il modo per gestire i conflitti?

Il conflitto non è negativo in sé ma può aiutare a chiarire e a conoscersi meglio.

L’unico modo è esprimere direttamente il proprio bisogno

Io in questo momento ho bisogno di…..

E trovare un modo creativo per negoziare in ogni situazione e per ‘vincere ‘ insieme.

Nell’ebook ‘IMPARARE A GESTIRE I CONFLITTI’ e nei bonus sui conflitti di coppia e in famiglia ho raccolto la mia esperienza come counselor e personale.( qui a destra in fondo al mio profilo il link dei miei ebook)

 

 

avatar
Counselor ,Career counselor e Formatore ( Master in Gestalt counseling -European Association for Couseling).Si occupa di self image counseling (come costruire e mantenere una immagine positiva di sé farsi valere,mantenere il proprio ‘spazio’ e farlo rispettare) e abilità di coping (strategie mentali e comportamentali efficaci per fronteggiare una situazione problematica,un cambiamento o un evento stressante).
Come formatore organizza e conduce corsi e workshop esperienziali sulle tematiche della valorizzazione personale.
Offre un servizio di counseling telefonico in tutta Italia e in presenza nel suo studio di Milano.
Per contatti: 3393416796

I SUOI EBOOK