Home / Notizie / Come difenderti dai mangia -energia che ti stressano?

Come difenderti dai mangia -energia che ti stressano?

/
/
/

Ti è mai capitato, dopo essere stato accanto per un po’ di tempo con una certa persona, di sentirti appesantito, stanco, di malumore, più irritabile e insofferente del solito senza motivo o di avere improvvisamente voglia di mangiare qualcosa di dolce o qualcosa che ti consoli (comfort food)?


Alcune persone con i loro comportamenti possono inconsapevolmente togliere energia.
Che cosa significa? Che più stai con queste persone più la tua energia fisica e mentale si consuma.
Spesso ne sei consapevole e se lei/lui ti telefona, non vedi l’ora che finisca la telefonata.
Se li incontri per strada, fai di tutto per evitarli.
Se non riesci, finisci per ascoltarli senza poter dire una parola o finisci per dare loro quasi ragione per quieto vivere.

Pensa un momento alle persone che frequenti.
Dopo aver incontrato xx ti senti in ‘riserva’?.

L’identikit delle 5 tipologie più diffuse

1. La vittima
Il tipo veste sempre i panni del martire. E’ convinto che nessuno soffra come lui che nessuno lavori duramente come lui, che nessuno abbia i problemi.Ti fa sentire in colpa se non lo aiuti. Il tipo ‘povero me’ è infelice e la colpa è sempre degli altri o dell’intero mondo che trama contro la sua felicità.
Quando gli offri il tuo aiuto, incomincia sempre il gioco del sì, ma….e il risultato è che t’infili in un’infinita spirale frustrante che non porta da nessuna parte.
Infatti, nessuno può aiutarlo perché alla fine è questo il’gioco’ che inconsciamente vuole dimostrare.Qualunque sforzo fai è inutile.
antidoto: metti bene i tuoi paletti.Ascoltalo pure ma metti subito in chiaro:’ti voglio bene ma posso ascoltarti solo per pochi minuti salvo che vuoi discutere per trovare una soluzione chiara o una risposta’.
Se te lo trovi al lavoro ’sono in ritardo, devo ancora finire di…..spero che capisca che se non porto a termine il lavoro poi mi prendo una lavata di capo’.
Usa il linguaggio non verbale per chiudere la comunicazione.Per esempio incrocia le braccia, distogli lo sguardo, prendi le distanze.

2. Il narcisista
Il suo mantra è ‘Io sono sempre al primo posto’.
Tutto ruota attorno a loro come se fossero l’ombelico del pianeta.Sono immersi nei loro perenni ego- trip.Vogliono essere riveriti, ammirati, vogliono costante attenzione.
Sono pericolosi perché il loro livello di empatia, di supporto è uguale a zero.
Se non fai come dicono loro, allora mettono il muso, manipolano in modo sottile, ricattano
antidoto: se hai a che fare con qualcuno di questo tipo non aspettarti che ti venga incontro o ti stia vicino quando ha bisogno.Resisti.Non farti sedurre e non cercare né il suo aiuto né la sua approvazione.
Ti ascolterà solo se gli torna comodo o ha il suo tornaconto.

3. il controllore
E il tipo che vuole controllare sempre tutto e tutti e dire cosa devono fare gli altri, come devono pensare, comportarsi.
Questo tipo ha un’opinione su tutto.
Come controllano? Cercando di sminuire, di delegittimare, di minimizzare le tue preoccupazioni,
il tuo disagio.
La loro frase chiave preferita è ‘ sai quello che avresti bisogno?’ (io lo so ..tu no).
Alla fine ti senti intrappolato con la scusa che lo sta facendo per il tuo bene.
Antidoto: non cercare di controllare un tipo del genere.Sprecheresti troppa energia con risultato zero.
Fai valere i tuoi diritti ma non dirgli cosa deve fare.

Se ti dà un consiglio rispondi’ tengo in conto il tuo consiglio ma ho bisogno di riflettere e di cercare da solo la soluzione (o la risposta).
Cerca di avere fiducia nelle tue risorse e nelle tue capacità e non lamentarti altrimenti non te lo leverai più di torno.

4. La macchinetta
Questo tipo non è minimamente interessato a come ti senti.Tutto quello che vuole, è parlare di sé, sentirsi parlare, avere un’audience. Prova a dire la tua..non riuscirai a farlo smettere. Le scuse sono tante ‘no..non hai capito..ti spiego’’fammi finire altrimenti perdo il filo’.
Ti stanno col fiato sul collo e spesso ti vengono così vicino che quasi ti tolgono lo spazio d’aria per respirare.Tu indietreggi ma loro riguadagnano spazio.
antidoto: il tipo ignora i segnali non verbali.Nemmeno se alzi la mano per dire la tua si ferma.Devi alzare il tono di voce e interromperlo in modo deciso.
Poi in modo educato ‘non mi piace interrompere ma devo andare..ho da fare…sono in ritardo..devo andare in bagno..
Se sei più deciso, puoi dire’ stai tranquillo per un secondo mi stai facendo venire il mal di testa’.
Se hai qualcuno in famiglia che è così, puoi dire in modo neutro senza arrabbiarti’ mi farebbe piacere se mi permettessi qualche volta di parlare anch’io in modo che possa partecipare alla conversazione’.

5. Il drammaturgo
E’ il tipo che ama il tragico.Ogni occasione è buona per esagerare, per ingrandire, dilatare e fare di ogni cosa una questione di vita o di morte.
antidoto: respira e non lasciarti coinvolgere nelle sue ipotetiche tragedie greche e nel suo clima di costante sturm und drang.
La situazione non è come la dipinge a fosche tinte o del tipo ’sta per crollare il pianeta’.
o mancano pochi minuti al diluvio universale.
Puoi dire’mi dispiace per quello che ti è successo, ma adesso devo andare oppure (se sei al lavoro) devo continuare il mio lavoro/devo telefonare a….

6 COSE DA FARE PER DIFENDERTI
Per migliorare i tuoi rapporti personali e aumentare il tuo livello di energia fai un inventario delle persone che ti danno energia, entusiasmo e di quelle che ti succhiano
la pazienza, il tempo e la forza vitale.

SII SPECIFICO
Queste persone usano il pensiero negativo’, generalizzano, usano parole come:
’sempre/mai’; tutti/nessuno
dividono le cose in bianco/nero, giusto/sbagliato.
cosa fare
Quando iniziano a generalizzare chiedi loro di spiegarsi, fai domande specifiche
esempio: ce l’hanno tutti con me
chi uomini o donne? fammi un esempio di chi ce l’ha con te.

In questo modo sposti dal generale al particolare. Questo alleggerirà un po’ la discussione

IGNORA
Lascia andare l’abitudine di controllare le opinioni delle persone con cui hai a che fare anche se sono negative.Puoi usare la tua capacità di persuasione per aiutarle a vedere il lato positivo della medaglia Ricorda, però che ognuno di noi ha il diritto di essere pessimista.
Se accetti ogni persona per quello che è, non ti stresserai per cambiarla ed è molto probabile che proprio quella persona sentendosi accettata ascolterà con più attenzione e interesse il tuo punto di vista e i tuoi suggerimenti.

SII POSITIVO
Qualche volta è facile sentirsi trascinati e unirsi al coro delle lamentele.Cerca di evitarlo e mantieni un atteggiamento costruttivo.
Cerca di mettere in luce gli aspetti positivi: una crisi è un’opportunità per cambiare, migliorare; una situazione che sembra problematica può aprire nuovi orizzonti.
Rifiuta di lasciarti trascinare nelle sabbie mobili.
Essere positivi è una scelta, anche se le persone che ti circondano vedono nero

NON PRENDERE TUTTO PER ORO COLATO
Con le persone amiche e i familiari è facile prendere come verità quello che dicono. Non confondere il bene che hanno per te con quello che tu ritieni o ‘senti’ sia giusto per te.
Possono darti un parere negativo perché si preoccupano troppo, perché non sanno le tue potenzialità e la tua motivazione.
Ti vogliono bene certamente ma questo non significa che il consiglio sia quello di cui hai bisogno in quel momento o in quella situazione. Fidati della tua intuizione.

NON CERCARE LA LORO APPROVAZIONE
Per la tua tranquillità e pace mentale non cercare sempre l’approvazione degli altri specie quelle persone che sono più legate a te.Ogni volta che vuoi decidere o fare qualcosa e qualcuno è di parere contrario, chiediti: posso fare a meno dell’approvazione di X? Ascoltati. Senti che stati d’animo provi.Continua a ripetere la domanda per venti minuti fino a quando ti sentirai più sollevato e tranquillo.Fallo regolarmente per mantenere la tua indipendenza e il tuo diritto di scegliere.

ELIMINA I PENSIERI NEGATIVI
Fermati per un attimo e fai un check up.
Spesso le persone che hai intorno fanno da specchio e riflettono i pensieri negativi che tu stesso ogni giorno innaffi e concimi con cura.
I pensieri negativi sono come i virus nei computer.
A poco a poco se non si usa un buon antivirus, bloccano il software.
Se ognuno di noi fosse positivo al 100% in ogni campo della vita e sui suoi obiettivi, non daremmo tutto quel peso al giudizio degli altri, specie le persone negative, e prenderemmo le loro opinioni per quello che sono: il loro personale punto di vista.

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text