Home / Notizie / Buon San Valentino da Psicozoo

Buon San Valentino da Psicozoo

/
/
/

Chi ha vissuto una relazione a lungo termine, sa bene che l’intensa passione che sperimentiamo durante il corteggiamento e i primi anni di matrimonio, si evolve inesorabilmente e aggiungerei fortunatamente in qualcosa di diverso.


Dopo molto tempo che si sta con qualcuno, il fuoco bruciante dei primi tempi si attenua e man mano che si è più sicuri della relazione e l’attenzione, prima monopolizzata dall’altro, si distribuisce anche su altri interessi. Subentra una certa abitudine l’uno all’altro  e gli aspetti più quotidiani della vita tendono a rimpiazzare le espressioni di amore intenso. Questo processo si amplifica ancor di più quando ci sono dei bambini, che spostano il focus dell’attenzione dalla coppia a loro.

Questo non significa però che l’amore sia finito, ma solo che si è evoluto in una forma più adulta, a cui ogni tanto però fa bene dare una spolveratina di passione. San Valentino è proprio il giorno dell’anno, che da alle coppie la possibilità di ritrovare vecchi sentimenti che sembravano sopiti. E’ un giorno in cui le persone, se motivate, possono rompere la routine e permettersi di ritrovare l’amore, la gratitudine e la stima dell’altro, che possono essere stati lasciati sullo sfondo. E’ necessario però impegno da parte di entrambi i partners per  compiere un rinnovamento nella coppia.

Secondo la saggezza popolare e le multinazionali del cioccolato, la passione può essere rinverdita osservando il rituale tipico del giorno di San Valentino. Per esempio, è necessario trovare il ristorante ideale, in cui il buon cibo si coniughi con una romantica atmosfera, prenotando in tempo per evitare imprevisti. Poi ci sono i fiori e la perfetta cartolina di auguri. E un regalino non può mancare. Tutto questo comporta ovviamente una spesa non indifferente. Ovviamente, tutti sappiamo quanto questa festa sia uno stimolo per l’economia, ma riesce davvero a raggiungere il suo scopo, cioè quello di comunicare il vero amore e la passione?

Forse la storia del vero San Valentino può aiutare a comprendere lo spirito di questa festa. Secondo la leggenda, Valentino era un prete cristiano che morì come martire in nome dell’amore. L’imperatore romano Claudio II aveva decretato che i soldati non dovessero sposarsi, per essere dediti esclusivamente alla guerra. Valentino, in nome della sua fede nell’amore e nel matrimonio, contravvenì a quest’ordine e ne sposò parecchi, così che fu arrestato e giustiziato. Valentino credeva così tanto nell’amore che se prese tutte le conseguenze.

Nello spirito di San valentino, gli innamorati possono imparare a comunicare il loro amore, fermandosi a riflettere su  quello che provano per il partner e sforzandosi di condividerlo con lui, affrontando anche i rischi che questo comporta. Quali rischi? – vi starete chiedendo. Ebbene, dichiarando i propri sentimenti non si può perdere certo la vita come San Valentino, ma per alcune persone l’idea di amare e soprattutto di essere riamati è terrorizzante. Ecco perchè molte persone sono incapaci di comunicare ciò che provano, sentendosi angosciate e vulnerabili.

Spesso la quotidianità ci aiuta a tenere a bada l’angoscia che deriva da questi sentimenti. Ma fermarsi e prestare attenzione a quello che sentiamo per l’altro può riavvicinarci al nostro amato in modo più profondo di una cenetta a lume di candela.

Buon San Valentino a tutti!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text