Home / Psicopatologie / Disagio Psicologico / Bambini criminali. E da grandi?

Bambini criminali. E da grandi?

/
/
/

E’ un’idea comune che chi in giovane età ha problemi con la legge, non possa che diventare da adulto un criminale. Ma è sempre così? La scienza dice che nulla è necessariamente scritto, neanche la dedizione all’illecito.

Il fatto che bambini delinquentelli non debbano diventare necessariamente criminali, è uno dei risultati del Marburg Child Delinquency Study, descritto nel numero corrente della rivista Deutsches Ärzteblatt International e condotto da Helmut Remschmidt e Reinhard Walter, del Dipartimento di Psichiatria infantile e adolescenziale della  Philipps University di Marburg, in Germania.

In questa ricerca longitudinale, gli autori hanno studiato quanto spesso i bambini finiti in questura per aver commesso un reato prima dei 14 anni (l’età della responsabilità penale in Germania), abbiamo proseguito la carriera criminale da adulti. I ricercatori hanno anche studiato la presenza di potenziali precursori del comportamento criminale. Il gruppo sperimentale è stato confrontato con un gruppo di controllo composto da persone che non avevano mai avuto a che fare con la legge. Remschmidt e Walter hanno raccolto anche dati sulla storia di vita, l’ambiente familiare, lo stato di salute, la scolarizzazione e la struttura di personalità di 263 soggetti.

La valutazione dei dati raccolti ha mostrato che la delinquenza giovanile cade essenzialmente in due categorie: quelli che diventano criminali cronici una volta adulti (i perseveranti) e quelli che hanno commesso reati solo nell’infanzia o in adolescenza, ma non in età adultà (i desistenti). I fattori di rischio di natura sociale o familiare si sono rivelati i migliori predittori del comportamento criminale da adulti, seguiti da alcuni tratti di personalità, quali la labilità emotiva e l’irritabilità.

In generale, i fattori di rischio per la criminalità si sono dimostrati gli stessi tipici della malattia mentale, anche se tre elementi sembrano essere più specifici del comportamento criminale: il sesso maschile, la comparsa precoce di aggressività e l’influenza negativa di cattive compagnie.

Fonti:

1. Remschmidt, H; Walter, R. What Becomes of Delinquent Children? Results of the Marburg Child Delinquency Study. Dtsch Arztebl Int, 2010; 107 (27): 477-83 DOI: 10.3238/arztebl.2010.0477

2. Deutsches Aerzteblatt International (2010, July 22). Once a delinquent, always a delinquent? Not necessarily. ScienceDaily

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

It is main inner container footer text