Autismo: diagnosi precoce con la voce

autism_newborn3

Sebbene la motivazione sia ancora oscura, si è registrato un aumento dei casi di autismo negli ultimi anni, che spinge la ricerca a aforzarsi di migliorare le tecniche riabilitative e diagnostiche. Una diagnosi precoce sembra ora possibile attraverso la voce perfino nei neonati.

Un nuovo studio, condotto dal professor Stephen Warren dell’Università del Kansas e pubblicato sulla rivista “Pnas”, sembra affermare che segni di autismo sono rintracciabili già nei primi versi prodotti dai neonati.

La ricerca

Gli studiosi hanno registrato le espressioni vocali emesse da 232 bambini tra i 10 mesi e i 4 anni per ben 1500 giorni. I suoni registrati sono stati analizzati con il sistema informatico Lena (Language Environment Analysis), prendendo in esame 12 principali parametri del linguaggio, tra cui la capacità di emettere sillabe con movimenti rapidi della mascella e della lingua, che negli autistici sembra essere compromessa o comunque diversa dalla media. I bambini i cui parametri vocali non corrispondevano alla norma, furono ipotizzati soggetti autistici, previsione che si è verificata nell’86% dei casi.

Questa tecnologia - ha affermato Warren  – potrebbe essere d’aiuto per i pediatri nel diagnosticare la malattia il prima possibile, e iniziare subito i trattamenti”.

Una diagnosi effettuata addirittura nei primi mesi di vita può dare una direzione completamente diversa alla vita di un bambino autistico: trattato precocemente potrebbe sviluppare una vasta gamma di abilità che più tardi non avrà la possibilità di acquisire.

Fonte: “Pnas” D. K. Oller, P. Niyogi, S. Gray, J. A. Richards, J. Gilkerson, D. Xu, U. Yapanel, and S. F. Warren, “Automated vocal analysis of naturalistic recordings from children with autism, language delay and typical development”, PNAS published ahead of print July 19, 2010, doi:10.1073/pnas.1003882107

avatar
Psicologa clinica, specializzata in Psicoterapia d’Integrazione Strutturale presso l’istituto SIPI di Napoli.

E’ responsabile del centro “H-anto a te” di San Sebastiano al Vesuvio, per l’inserimento sociale e lavorativo di persone diversamente abili e consulente presso la residenza psichiatrica Kairòs di Casoria.

Svolge l’attività privata presso le sedi del suo studio a Pozzuoli , in Via Oberdan 37/A e a Quarto (Na) in Corso Italia 111.

Per contatti: 331.5860110