Anoressia: Isabelle Caro testimonia

anorexia_lead

Quanti di voi ricordano la campagna di Oliviero Toscani contro l’anoressia?  Siamo nell’autunno del 2007, enormi cartelloni campeggiano per le strade delle città. Sopra il ritratto di una donna scheletrica, il volto spaventato e sofferente, completamente nuda. Le reazioni dello spettatore possono essere molte, ma quelle foto evocano per lo più disgusto, sgomento, curiosità mortale.

La donna ritratta è Isabelle Caro, attrice francese che da più di dieci anni soffre di anoressia e pesa 31 chili. Aldilà delle polemiche o dell’estetica, queste foto sono testimoninza di una vita trascorsa sul margine del precipizio, nella personale lotta quotidiana tra il peso, il cibo e l’amore per la vita.

Nel 2009 Isabelle torna in Italia per presentare la sua autobiografia, “La ragazza che non voleva crescere. La mia battaglia contro l’anoressia“, Cairo editore, un libro che potrà aiutare molte ragazze a sentirsi meno sole.

La ragazza che non voleva crescere. La mia battaglia contro l'anoressia

Titolo La ragazza che non voleva crescere. La mia battaglia contro l’anoressia
Autore Caro Isabelle
Prezzo € 15,00
Dati 2009, 237 p., brossura
Traduttore Rodríguez X.
Editore Cairo Publishing (collana Storie)

E’ dura per una persona mettere tanto in gioco le proprie debolezze come ha fatto Isabelle, ma lei ha ritenuto indispensabile contribuire a dare una mano con la sua storia, con le sue stesse quattro ossa che si tengono insieme per miracolo, con la sua immagine spudorata che buca gli sguardi e lo stomaco.

Perchè ha voluto farlo? Potete capirlo leggendo il suo blog o ascoltando la sua stessa voce in un’intervista di France3 proposta da RaiNews24.

avatar
Psicologa clinica, specializzata in Psicoterapia d’Integrazione Strutturale presso l’istituto SIPI di Napoli.

E’ responsabile del centro “H-anto a te” di San Sebastiano al Vesuvio, per l’inserimento sociale e lavorativo di persone diversamente abili e consulente presso la residenza psichiatrica Kairòs di Casoria.

Svolge l’attività privata presso le sedi del suo studio a Pozzuoli , in Via Oberdan 37/A e a Quarto (Na) in Corso Italia 111.

Per contatti: 331.5860110